Liquidi per sigaretta elettronica: guida alla scelta

liquidi sigaretta elettronica fai da te

Se siete giunti fin qui è perché anche voi avete deciso di entrare a far parte del mondo dei vipers. Ma siete sicuri di sapere tutto sull’argomento in questione? Ecco alcuni aspetti di cui tener conto per un’esperienza d’acquisto memorabile.

Ingredienti liquidi svapo

Vediamo innanzitutto cosa contengono i liquidi svapo. Il Glicole propilenico (PG) e/o la glicerina vegetale (VG), sono i due ingredienti più comuni ed entrambi sono stati ritenuti innocui dalle associazioni sanitarie. Alcuni liquidi contengono al 100% PG o VG mentre altri, utilizzano una miscela delle due sostanze. Questo permette di soddisfare appieno la richiesta di mercato: le persone allergiche al Glicole propilenico possono usare la glicerina senza problemi, e viceversa. Ad ogni modo, vale la pena ricordare che le reazioni allergiche sono estremamente rare per entrambi le sostanze.

Quali liquidi generano più vapore?

Ci sono molti aspetti da valutare quando si parla di liquidi per sigaretta elettronica, il vapore è uno di questi. Fondamentalmente, quello che un viper vuole ottenere è “fare tanto vapore”, niente di più e niente di meno. Poiché il Glicole propilenico è più leggero, i liquidi per sigaretta elettronica che fanno più fumo sono quelli con glicerina. Tuttavia, ciò non significa che non si riesca ad ottenere una buona nebbia con i PG e-liquid.

Quale deve essere il livello di nicotina?

Ce fin troppa polemica sulla nicotina contenuta nelle sigarette elettroniche. È bene ricordare che se si sta cercando di smettere di fumare, uno dei metodi migliori per farlo è ridurre gradualmente la quantità di nicotina, fino alla cessazione completa. In tutti i casi, all’interno dei liquidi per sigaretta elettronica fai da te non troverete mai tutti gli altri componenti chimici della sigaretta normale: arsenico, catrame e ammoniaca, per dirne alcuni. Dunque, non c’è dubbio che lo svapo sia molto più sicuro del fumo da tabacco.

Detto ciò, per legge ogni liquido deve annunciare la quantità di nicotina contenuta al suo interno: 0mg, 6mg, 12mg, 18mg, 24mg e 32mg. Ma come stabilire la giusta dose? Tutto dipende dalla vostra abitudine di fumo. L’unico consiglio che ci sentiamo di darvi è di cominciare con 12 mg di nicotina se il vostro consumo equivale a un pacco di sigarette al giorno e da lì, gradualmente diminuire la dose.